334 28 80 508

© 2019 Medline Service srl (MI) - Società di Servizi Sanitari in Internet - Tel 334 2880508 - C.F. e P.IVA 01069040077 - REA: MI-2004764

© 2019 Medline Service srl (MI) - Società di Servizi Sanitari in Internet - Tel 334 2880508 - C.F. e P.IVA 01069040077 - REA: MI-2004764

image

COSTI E DOMANDE SULL'OPERAZIONE AI TURBINATI NASALI

DOMANDE FREQUENTI

 

LEGGERE ATTENTAMENTE TUTTE LE FAQ PER VERIFICARE OGNI POSSIBILE DUBBIO E OTTENERE TUTTE LE INFORMAZIONI

 

 

Al fine di rendere più facilmente fruibile il lavoro anche a chi non ha conoscenze specialistiche abbiamo ritenuto di proporre un sintetico glossario:

 

Quanto costa l'intervento di Laser Chirurgia dei Turbinati Nasali e la visita?

 

l costo dell'intervento, compresi i costi delle strutture oscilla in un range compreso tra 2500 e 3500 euro. La variazione dei costi dipende dal caso clinico (ad esempio la necessità di abbinare altre correzioni sul setto o altro). Dipende inoltre anche dal tipo di anestesia e dalle sedi scelte.
Per un preventivo corretto è necessario eseguire una visita preliminare. Il costo della prima visita di base (senza esami) è 160 euro.

 

Siamo Convenzionati in Forma Diretta con tutte le Assicurazioni per Visite, Esami e per gli Interventi.

 

Non siamo convenzionati con SSN.

 

Chiama  Tel:  334 2880508 per prima visita a Milano o a Roma​

 

 

 

In rete si trovano costi inferiori !! .... Come mai?

 

Purtroppo esistono colleghi che usano laser non adatti, magari in un ambulatorio, in locali non a norma e senza la presenza dell'anestesista. Ovviamente i costi sono inferiori ma lo sono anche, e di molto, sia la garanzia di risultato che la sicurezza.​

Noi operiamo sempre con apparecchi adatti (laser a diodi e Coblator), in sale operatorie a norma, in cliniche con ogni sicurezza e sempre con l'anestesista. Ciò implica ovviamente un maggior onere economico, ma il risultato e la sicurezza del paziente sono garantiti.

 

 

 

Dove eseguire la prima visita? 

 

MILANO - Centro Medico Monte rosa - via Monte rosa 3
Tel: 334 2880508

 

MILANO - Clinica Columbus - via M. Buonarroti 48
Tel: 02 480801

 

ROMA - Clinica Quisisana - via G. Porro 5

Tel: 334 2880508

 

 

 

Quali sono i tempi di attesa?

 

Per la prima visita sia a Milano che a Roma i tempi sono pressochè immediati. Tra la prima visita e l'intervento circa 20 - 30 giorni che è il tempo necessario per eseguire gli esami preliminari che vengono prescritti nel corso della prima visita. Si tratta di un semplice prelievo di sangue (emocromo. azotemia, glicemia, creatinina, elettroliti, PT, PTT, Fibrinogeno e di un elettrocardiogramma).​

 

 

 

Si può eseguire l'intervento con il SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE?

 

Noi eseguiamo l'intervento in regime privato, ma non ci risulta, al momento attuale, che la tecnica laser sia codificata nel sistema DRG del SSN.​

 

 

 

Con la tecnica laser esistono recidive?

 

Esistono recidive con ogni tecnica di chirurgia miniinvasiva ed anche con la chirurgia tradizionale.
Nella nostra esperienza con il laser le recidive sono meno frequenti che con le altre metodiche e sono quantificabili intorno all'1% dei casi a 5 anni.

 

 

 

Esistono tecniche chirurgiche definitive e senza recidive per l'operazione ai turbinati?

 

In chirurgia funzionale non esistono tecniche definitive e senza recidive. Bisogna essere molto attenti a valutare le varie informazioni.
In particolare, bisogna saper interpretare se una informazione medica è seria o se è solo pubblicitaria.
Nei rapporti con i pazienti bisogna essere sempre molto chiari e seri.​

 

 

 

Quale è il medico più adatto per l'operazione sui turbinati nasali?

 

Ovviamente è l'otorinolaringoiatria per la sua esperienza in Chirurgia Funzionale.
Alcuni usano definire l'intervento "turbinoplastica" e quindi si può pensare che possa essere adatto il chirurgo plastico, ma non è assolutamente così.​

 

 

 

laser è indolore?

 

Assolutamente si!
Si esegue in anestesia locale di contatto senza dolorose iniezioni all'interno del naso.​

 

 

 

Si usano i tamponi nasali?

 

Il laser mentre "svuota i turbinati" coagula i vasi, per cui non è necessario eseguire il tamponamento nasale.​

 

 

 

Con il laser si può trattare anche il setto nasale o i polipi nasali?

 

ASSOLUTAMENTE NO! Con la tecnica laser, diversamente da altre procedure, si possono trattare anche le deviazioni anteriori del setto nasale (speroni e creste) e i polipi nasali, se di piccole dimensioni e limitati alle fosse nasali.​

 

 

 

Quale è il laser più utilizzato?

 

Il laser più utilizzato e più idoneo è il Laser a Diodi. In passato si utilizzava anche il Laser Yag, oggi meno usato per il forte effetto di riscaldamento dei tessuti (scaring). Assolutamente non idoneo, a nostro parere, il Laser CO2.​

 

 

 

Si può eseguire l'intervento laser presso uno studio medico?

 

Tutto è possibile! Ma non è consigliabile... Attenti ai rischi!
Devono sempre esistere tutte le sicurezze (sale operatorie a norma, presenza dell'anestesista anche se è solo anestesia locale, laser idonei, possibilità di rianimazione intraoperatoria).​

 

 

 

L'intervento laser si può ripetere?

 

Dato il minimo impatto sulla mucosa nasale, l'intervento è sempre ripetibile.​

 

 

Dopo l'intervento si respira subito bene?

 

​No!
Con ogni tecnica di chirurgia nasale, il naso resta "tappato" per vari giorni.
Con il laser il recupero della respirazione è molto rapido (circa 7-15 gg).
Esistono comunque terapie mediche per migliorare la respirazione.

 

 

 

 

Quando si possono riprendere le proprie occupazioni?

 

Con la tecnica laser si possono riprendere le proprie occupazioni già il giorno successivo all'operazione.​

 

 

 

Quando si può riprendere l'attività sportiva?

 

Con la tecnica laser si può riprendere l'attività sportiva dopo 15 giorni circa.

 

 

 

Sono necessarie delle medicazioni dopo l'intervento ai turbinati?

 

Si! E' necessaria una medicazione dopo 15 giorni dall'operazione.​

 

 

 

Si può usare il laser se il paziente ha il pace maker?

 

Si! E' l'unico strumento che può essere usato poichè il corpo del paziente non viene attraversato da correnti bioelettriche.

 

 

 

Si può usare il laser se il paziente assume cardioaspirina?

 

Si! La lunghezza d'onda del laser a diodi è molto affine al colore rosso per cui lo strumento mentre agisce sui tessuti "coagula i vasi". Se Il paziente non supera la dose di 100 Mg/die di Acido acetil salicilico (cardioapirina, cardirene, aspirinetta ed altri) l'intervento può essere eseguito regolarmente.​

 

 

 

Si può usare il laser per i polipi nasali?

 

Si! Solo per i polipi piccoli e limitati alle fosse nasali. Se la poliposi è diffusa ai seni paranasali o se i polipi sono di grandi dimensioni. bisogna ricorrere ad altre tecniche in anestesia generale (FESS) e anche, in alcuni casi, in anestesia locale.​

 

 

 

Cos'è il K.O.S. (Kinetic Oscillation Stimulation Baloon). Il K.O.S. funziona?

 

Il K.O.S. è un sistema di trattamento delle Riniti croniche Vasomotorie non allergiche messo a punto dal Karolinska institute di Stoccolma nel 2014 (PubMed marzo 2014). Consiste nella stimolazione della mucosa nasale attraverso un catetere baloon introdotto nelle fosse nasali. La terapia pare non abbia dato risultati convincenti (PubMed aprile 2016).    I risultati positivi sono temporanei, si riscontrano solo nel 55% dei casi e la terapia ha indicazioni molto limitate (riniti vasomotorie non allergiche).  Non pare pertanto essere, al momento attuale, una terapia proponibile. Anche in bibliografia si trovano veramente pochi articoli attendibili. Ci riserviamo comunque di controllare ancora e di verificare meglio i possibili risultati.​

 

 

 

Non hai trovato quello che cercavi, alcune informazioni non sono state insufficienti, hai altre domande?

 

 

INVIA LA TUA DOMANDA

Attenzione - consultate prima le norme della privacy e la politica dei cookies

 

 

 

AHI - rapporto fra apnee più ipopnee e il tempo totale di sonno misurato in ore

APNEA - cessazione del respiro di almeno 10 secondi con persistenza dei movimenti respiratori toracici e addominali (apnea periferica)

AROUSAL - risveglio frequente

CHOKING e GASPING - sensazione di soffocamento e di respiro affannoso

CPAP - (acronimo di Continue Positive Air Pressure) apparecchio che consente la ventilazione notturna per l’eliminazione delle apnee del sonno

EPWORTH scala di .... (ESS) - metodica di valutazione della sonnolenza diurna

FIBROLARINGOSCOPIA - esame endoscopico che consente la valutazione delle fosse nasali, della faringe e della laringe

IPERTROFIA - aumento della dimensione di un organo

IPERTROFIA DEI TURBINATI - aumento della dimensione dei turbinati nasali

IPOPNEA -  evento caratterizzato da marcata riduzione del flusso aereo nelle prime vie pari al 50% del valore basale

K.O.S. - Kinetic Oscillation Stimulation

MUELLER Test di ... – manovra diagnostica che si esegue durante la fibrolaringoscopia per valutare le strutture responsabili del russamento e delle apnee

NARES - raffreddore cronico non allergico in cui esiste un aumento degli eosinofili (tipo di cellule del sangue) nel muco nasale

NARESMA - raffreddore cronico non allergico in cui esiste un aumento degli eosinofili e delle mastocellule (tipo di cellule del sangue) nel muco nasale

ODI - indice di eventi di desaturazione di ossigeno nel sangue

ORAL DEVICE - apparecchio che si posiziona nel cavo orale per migliorare il russamento

OSAS - sindrome delle apnee ostruttive del sonno

OTORINOLARINGOIATRIA - disciplina della medicina che studia le malattie di orecchio, naso, gola e collo

POLISONNOGRAFIA - metodica di esame attraverso cui si ottiene la registrazione di vari parametri e funzioni vitali durante il sonno

RINITE ALLERGICA - raffreddore cronico dovuto alle allergie

RINITE FARMACOLOGICA - raffreddore cronico dovuto all’uso di gocce nasali decongestionanti

RINITE IATROGENA - raffreddore cronico dovuto all’uso di gocce nasali decongestionanti

RINITE FARMACOLOGICA - raffreddore cronico in cui non esistono cause allergiche o farmacologiche

RONCOPATIA - russamento abituale

SEDAZIONE - procedura eseguita dall'anestesista per "rilassare il paziente". Si utilizza un farmaco "calmante" somministrato per via endovenosa.

SLEEP ENDOSCOPY - metodica endoscopica che si esegue durante il sonno e che consente la diagnosi dei siti che determinano russamento ed apnee

TURBINATI - organi contenuti all'interno delle fosse nasali che servono alla umidificazione e riscaldamento dell'aria inspirata

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder